Sale

Grotte di sale rosa Himalaya per SPA e centri benessere

I DO S.r.l. realizza grotte di sale rosa Himalaya. Queste grotte di sale sono un ambiente unico e coinvolgente dove suoni e colori creano un’atmosfera emozionante e suggestiva nonché estremamente terapeutica.

La grotta di sale rosa Himalayano è una riproduzione in piccolo di una miniera di sale dove, come accade per le miniere, è possibile respirare in maniera salubre aria ionizzata grazie al sale cristallino presente all’interno del locale.

Haloterapia

“Halo” in greco significa sale, “haloterapia” significa letteralmente “terapia con il sale”.

Per raggiungere tale effetto, le pareti vengono rivestite con sale cristallino puro di miniera. Questo è un sale ‘primordiale’ risalendo infatti ad un adatazione di circa 420 milioni di anni. Quindi è sicuramente un elemento puro.

Le pareti di sale vengono montate su una struttura in legno e retroilluminate. Questo viene fatto in quanto la combinazione luce/calore, favorisce ed incrementa la naturale funzione del ciclo del sale: la ionizzazione dell’aria.

Anche il pavimento viene ricoperto di sale cristallino di miniera, ma con una granulometria molto fine.

Infine per rafforzare ulteriormente l’efficacia del trattamento, viene posto all’interno del locale una Graduation Tower.
Una struttura in legno, all’interno della quale si posizionano dei ramoscelli che hanno la caratteristica di trattenere il cristallo di sale che assieme all’acqua, gira in un circuito chiuso nella Graduation Tower.
Queste torri sono state per la prima volta installate in Polonia nel 1826 dal Dott. Boczkowski, colui che ha scoperto i veri benefici della Haloterapia.

Grazie a questo tipo di realizzazione, soggiornare all’interno della grotta di sale rosa Hiamlayano per 45 minuti equivale ad una esposizione di 3 giorni in riva al mare con un moto di burrasca.


grotte-di-sale-rosa-himalaya-idosrl-h

Perché una Grotta di Sale

All’interno di centro benessere, centri estetici, hotel, SPA o altre strutture la grotta di sale rosa cristallino dell’Himalaya è sicuramente il completamento migliore di un percorso benessere completo e realmente efficace.

Abbiamo realizzato progetti di vero percorso del sale con la grotta di sale, il lettino di sale Himalayano riscaldato e con cromoteria, fino alla vasca di galleggiamento sempre ovviamente utilizzando puro sale cristallino dell’Himalya.

La grotta di sale può anche essere considerata una alternativa ad un bagno turco o ad una sauna esistenti. E’ infatti possibile ricreare lo stesso microclima, limitando i costi di gestione. I stessi costi iniziali possono essere molto inferiori rispetto a quelli ad esempio di una sauna. I costi gestionali sono praticamente quasi nulli.
La grotta di sale ha anche il grande vantaggio di poter essere utilizzata dai bambini che sono probabilmente i maggiori fruitori del servizio.

Altro vantaggio, la possibilità di installarla anche dentro locali molto piccoli come ad esempio delle cabine di estetica e di poter essere ‘smontata’ per essere rimontata in altro sito, magari ampliandola, essendo estremamente modulare nella costruzione.

La grotta di sale rosa Himalayano

grotte-di-sale-rosa-himalayano-per-spa-e-centri-benessere-i-do-srlIl cristallo di salgemma è uno ionizzatore naturale, migliora la qualità dell’aria producendo ioni negativi che si trovano al mare, nelle cascate e dopo i temporali.

Ogni seduta all’interno della nostra Grotta riduce lo stress, approfondisce e calma la respirazione, aumenta la risposta del sistema immunitario, aumenta la concentrazione psichica, ritarda l’invecchiamento della pelle, riduce le rughe, accelera lo smaltimento dei grassi e dei liquidi, ristabilisce l’equilibrio psicofisico.

La Grotta di sale è indicata per tutti, bambini, anziani, sportivi, donne in gravidanza…

Cenni storici

Già nell’antichità al sale venivano attribuite proprietà curative se non addirittura taumaturgiche. Presso alcuni popoli il sale veniva usato come moneta di scambio, come mezzo di pagamento (da qui il termine salario), in Egitto era un dono “da faraoni”, furono combattute guerre per il cosiddetto “oro bianco”.

Nel Medioevo al sale vennero attribuite proprietà quasi miracolose, oltre che di protezione dal male. Proverbi, modi di dire, gesti scaramantici, usanze, hanno come protagonista il sale. Aldilà di ciò, le proprietà curative del sale marino e degli ambienti saturi di iodio erano note già agli antichi e non sono decadute nel corso dei secoli.

Era il 1843 quando il dottor Felix Boczkowski, medico polacco, decise di effettuare degli studi che potessero confermare una sua intuizione: quella secondo cui gli operai impiegati nelle miniere di sale presentavano una salute migliore, non solo dei colleghi che operavano in altre miniere, ma anche della media della popolazione dell’epoca.

Già in quel periodo si conoscevano gli effetti benefici dell’aria di mare sulla salute delle persone, ma non era stata effettuata alcuna ricerca sulla differenza tra iodio positivo e negativo, né sulla concentrazione necessaria di particelle di questo elemento per ottenere un miglioramento di determinate patologie.

Il dottor Boczkowski attribuì, nei suoi studi, gli effetti curativi delle miniere fondamentalmente a 3 cause: i microelementi presenti, la temperatura e l’umidità.

Di fatto il luminare polacco fu il primo a cimentarsi in quella che chiamò HALOTERAPIA (dal greco halos=sale), facendo respirare ai suoi pazienti microelementi del sale: si trattava di sale delle miniere, al 95% salgemma, un elemento abbastanza diverso dal sale da cucina diffuso attualmente.

Attualmente, in alcune miniere ormai in disuso sono stati realizzati centri curativi. E’ il caso della miniera di sale di Wieliczka, vicino a Cracovia, in Polonia: la più lunga galleria di sale d’Europa, a 226 metri di profondità, ospita un sanatorio.

Come è costruita una grotta di sale?

grotte-di-sale-rosa-himalaya-ido-srl-centri-benessere-e-spaIl sale utilizzato per costruire le moderne Grotte, ispirate alle antiche miniere, deve essere naturale: non ottenuto chimicamente, ma recuperato da saline, miniere, laghi salati dove l’acqua sia evaporata. La temperatura al suo interno va dai 19 ai 22 °C, mentre il tasso di umidità dell’aria oscilla tra il 45% e il 60%.

Per la nostra grotta di sale abbiamo deciso di utilizzare il sale himalayano, il più puro al mondo: pietre grezze dalle suggestive e delicate sfumature. E’ stata realizzata all’interno di una stanza le cui pareti sono interamente rivestite di pannelli di cristalli di sale, retro illuminati da strisce a led rgb che consentono effetti scenografici colorati davvero unici e suggestivi.

Da una fontana di quarzo rosa sgorga l’acqua che con il suo gorgoglio ci culla e ci introduce nel mondo dei sogni. Anche il pavimento è coperto da sale himalayano fino e grosso. A conti fatti nella Grotta ci sono c.a. 5.000 Kg di sale.

Ogni dettaglio è pensato per ricostruire il CLIMA MARINO, estremamente concentrato: 45 minuti di permanenza apportano benefici pari a 3 giorni di mare. Seguendo le indicazioni del luminare polacco, l’ambiente della Grotta deve ispirarsi alle miniere non solo per la presenza di iodio, ma anche per il microclima: la temperatura dell’aria, il tasso di umidità, il movimento delle correnti, l’assenza di agenti patogeni.

Il sale dell’Himalaya

grotte-di-sale-rosa-himalayano-per-spa-e-centri-benessere-ido-srlIl sale cristallino dell’Himalaya, conosciuto più comunemente come sale rosa, viene estratto dalle miniere di sale di Khewra, nel Punjab pakistano; giunge fino a noi, dopo essere stato macinato a pietra, non è soggetto ad alcuna raffinazione, è esente da contaminazioni ambientali: conserva così intatta la sua naturale purezza e ricchezza minerale.

E’ in cristalli grossi e irregolari, di colore che va dal rosa pallido al rosa più intenso, quasi arancione, a seconda del contenuto di ferro presente. La sua origine risale a c.a. 250 milioni di anni fa a seguito del prosciugamento di mari e laghi interni durante la fase di ascesa della catena dell’Himalaya.

E’ quindi un sale fossile, puro come quando si è depositato, cristallizzatosi nel sottosuolo per effetto delle altissime pressioni che generarono le montagne. Non solo è un sale marino integrale, privo di sostanze inquinanti e delle loro risonanze, ma le pressioni immense a cui è stato sottoposto hanno anche mutato la sua struttura, inglobando gli oligoelementi in un assieme stabile ed equilibrato, facilmente assimilabile dall’organismo, in grado di trasmetterci, quindi, tutta la sua “ENERGIA VITALE”.

Noi viviamo grazie ad impulsi bio-elettrici che sono trasmessi attraverso l’acqua interna di fibre, nervi, ecc… ed alla conducibilità elettrica di questa, che è determinata dalla sua struttura molecolare e dalla presenza di sale disciolto. Senza sale non c’è conducibilità e quindi senza sale non potremmo vivere, respirare o formulare alcun pensiero.

Il sale e l’acqua sono i nostri alimenti fondamentali. La nostra vita nasce nel liquido amniotico di nostra madre, ad una temperatura di 37° C e in una miscela di acqua e sale all’1%, chiamata soluzione idrosalina, il nostro sangue è costituito al 90% di acqua ed è esso stesso una soluzione idrosalina: questa soluzione scorre per più di 90.000 km attraverso il nostro organismo e provvede per osmosi al mantenimento delle nostre funzioni vitali.

Gli oligoelementi

I-vantaggi-del-sale-rosa-HimalayaGli oligoelementi sono minerali, fondamentali per il mantenimento dell’equilibrio psicofisico di ogni individuo.

Sono presenti nel nostro organismo in piccole dosi (oligos) ma svolgono un ruolo fondamentale ed indispensabile. Attivano infatti tutta una serie di processi e di reazioni che consentono la vita. Funzionano in generale come catalizzatori: avviano e permettono il compimento delle funzioni enzimatiche, che sono alla base dell’attività cellulare.

Un catalizzatore è una sostanza che modifica la velocità di una reazione chimica, solitamente accelerandola, senza subire modificazioni da questa reazione. Un enzima è un catalizzatore composto da proteine che diventa attivo solo in presenza di oligoelementi.

Ogni cellula del corpo umano è un piccolo laboratorio in cui si verifica un numero imponente di reazioni, ordinate dalla specifica e selettiva attività degli enzimi. Enzimi ed oligoelementi sono, quindi, fattori vitali.

Purtroppo il mondo attuale ha sempre più bisogno di oligoelementi in quanto i moderni metodi di coltivazione depauperano i prodotti alimentari di una serie di sostanze minerali e vitaminiche fondamentali per il mantenimento della salute. L’efficacia terapeutica di questi elementi è, in alcune condizioni patologiche, particolarmente significativa. Nel trattamento del diabete, ad esempio, lo zinco e il cromo sono fondamentali per la regolazione del metabolismo degli zuccheri.

Gli oligoelementi possono essere assunti da soli o più frequentemente in associazione, per aumentarne l’efficacia terapeutica.

I minerali, infatti, non posseggono una singola azione ma intervengono per gruppi di funzioni (il cromo agisce per esempio facilitando l’azione dell’insulina e quindi dell’utilizzazione degli zuccheri, ma anche riducendo i depositi di grasso nelle arterie), e nello stesso modo su una singola funzione agiscono più minerali (per esempio sul sistema immunitario sono attivi zinco, manganese, rame, calcio e litio).

Ben 84 sono gli oligominerali presenti nel sale fossile himalayano.

Haloterapia

In molti Stati del nord ed est Europa è consigliata dal Servizio Sanitario Nazionale.
Non sostituisce la terapia antibiotica o cortisonica ma permette di ridurne in modo consistente l’assunzione farmacologica.

Numerosi studi clinici hanno evidenziato che i meccanismi di azione sono numerosi: mucolitico, antibatteriologico, antinfiammatorio, immunomodulatore e iposensibilizzante.

Il sale attiva la funzionalità delle ciglia vibratili presenti sull’epitelio delle vie respiratorie, migliorando la clearance mucociliare e apportando delle intrinseche proprietà battericide e batteriostatiche sulla microflora.

Gli effetti sistemici riconducono il corpo ad un corretto equilibrio psicofisico, si induce una naturale disintossicazione, migliora la respirazione con una minor tendenza a raffreddori ed influenze, contrasta sinusiti, laringiti, bronchiti, otiti, asma, patologie della cute, dermatiti, psoriasi e non è tutto: migliora la qualità del sonno, la concentrazione e il rilassamento, allevia gli stati d’ansia e la fatica, aumenta la circolazione e rafforza il sistema immunitario.

Vivendo in un ambiente sempre più inquinato e frenetico, abbiamo necessità di respirare aria pulita. Le aree inquinate, al chiuso o all’aperto, hanno dei livelli molto bassi di ioni negativi (benefici per la nostra salute) e molto alti di ioni positivi: in un metro cubo d’aria di città gli ioni negativi non superano le 200 particelle, mentre negli ambienti con aria ionizzata arrivano a 1000.

Ciò è possibile grazie all’abilità del sale di assorbire l’acqua (umidità) e di volatilizzarla, così l’aria viene pulita e privata di allergeni: questa caratteristica è particolarmente utile per alleviare i sintomi connessi con asma e allergie in generale.

Una seduta nella Grotta ha anche effetti decongestionanti.

Indicazioni terapeutiche

L’haloterapia è raccomandata nei seguenti casi:

  • frequenti infezioni virali
  • tosse e raffreddore
  • asma
  • malattie polmonari ostruttive
  • sinusiti, tonsilliti, faringiti
  • polmoniti
  • tosse del fumatore
  • malattie otorinolaringoiatriche croniche
  • bronchiti
  • raffreddori allergici
  • infezioni dell’orecchio
  • stress e instabilità nervosa
  • ansia e insonnia
  • affaticamento emotivo
  • affaticamento muscolare
  • ipertensione
  • problemi di circolazione
  • malattie reumatiche
  • disfunzioni metaboliche
  • psoriasi
  • dermatiti ed eczemi
  • irritazioni di varia origine
  • ulcere
  • rafforzamento del sistema immunitario
  • riduzione delle rughe
  • invecchiamento della pelle
  • smaltimento dei grassi
  • ritenzione idrica

Il numero di sedute consigliato varia a seconda della patologia che si vuole curare e della personale reazione alla terapia.

Gallery

Visualizza le foto delle grotte di sale che abbiamo realizzato

In quali casi è sconsigliata:

  • infezioni accompagnate da febbre tubercolosi
  • grave ipertensione arteriosa
  • grave scompenso cardiocircolatorio
  • tumore
  • patologie acute
  • intolleranza allo iodio

Controindicazioni:

  • Stati febbrili
  • Bronchite in corso
  • Chemioterapia in corso
  • Insufficienza renale
  • Ipopressione
  • Portatori di Pacemaker
  • Allergia ad un oligoelemento presente nel aria della grotta (sono 84)

Compila il form per contattarci

Contattaci per info e preventivi sulle grotte di sale

logo-idosrl-vendita-prodotti-di-sale-himalaya

I-DO srl
Via Fondo Ausa, 48
47891 Dogana – San Marino
Cod. Op. SM24043

Email: info@idosrl.net
Tel: (+39) 0549 961 386

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *